Cani guida per i non vedenti

Probabilmente ci avrete fatto caso ma non tutte le razze di cani vengono utilizzate come guida per i non vedenti.
I cani che meglio si addicono a questo importante e nobile ruolo sono i Pastori Tedeschi, i Labrador e Golden Retriever, i Pastori Belga e i Collie.

La scelta non è casuale ma dipende dalle caratteristiche psichiche e fisiche di queste razze. Va da sé che i cani aggressivi o troppo vivaci non siano indicati per fare da guida ai non vedenti, come i cani di piccola taglia. Sono necessari animali dal carattere pacifico, coraggioso, attento e con un gran senso d’orientamento e di stazza proporzionata a quella del padrone da seguire. Anche i meticci sono molto indicati per questo compito.

Tutti i cani destinati ai non vedenti vengono sterilizzati; questo per evitare i prevedibili impulsi dettati dall’istinto di riproduzione.
I cuccioli che vengono scelti per diventare la guida di persone non vedenti, vengono dati in affidamento all’età di 10-12 mesi. Fino all’età di un anno e mezzo sono allevati dalle famiglie affidatarie, per poi andare in una scuola specializzata e iniziare l’addestramento, che dura dai 6 ai 9 mesi.

Ogni cane viene sottoposto a dei percorsi per il rinforzo positivo e a dei test che evidenziano il suo carattere e comportamento.
I cani per i non vedenti imparano a riconoscere e raggirare gli ostacoli e, di conseguenza, a carpire il significato dei passaggi pedonali, della scale mobili, delle biglietterie, dei posti a sedere vuoti o delle fermate dei mezzi pubblici, segnalandoli così al non vedente. Apprendono inoltre numerosi comandi vocali per favorire la guida del non vedente.

Infine, i cani vengono esaminati da un esperto dell’Assicurazione per l’invalidità, che munito di occhiali scuri si farà guidare dal cane. Se il percorso andrà a buon fine, il cane verrà nominato guida!