Babbo Natale esiste e anche le sue renne

Quando Natale si avvicina i cantastorie iniziano a raccontare la sua fiaba. Film, cartoni animati, gadget. Tutto gira intorno a lui. E le renne? Non possiamo scordarcele! Senza le renne i regali come farebbero ad arrivare a destinazione?!

Le renne sono l’animale domestico di Babbo Natale. Vivono in Lapponia, nelle zone artiche e subartiche del globo.
La leggenda del loro ruolo come aiutanti di Santa Claus nasce da una poesia di Clement C. Moore del 1823, intitolata A Visit From St. Nicholas.

Nel canto natalizio viene descritto un ormone di nome “Babbo Natale” che porta i regali su una slitta trainata da otto renne. Un canto divenuto leggenda, tramandato da secoli e secoli.
Ma la storia di Babbo Natale e le sue renne è dovuta anche a San Nicola, ricorrenza che ogni anno si festeggia il 6 dicembre, giorno nel quale in alcune zone del Nord Europa e del Sud Italia, i bambini ricevono i regali.

Le renne di Babbo Natale sono nove, ora ve le presentiamo:
Dasher
: renna coraggiosa e singolare, nata con lunghi denti da castoro, ama le carote
Dancer, chiamata anche Dazzle: renna ballerina
Prancer: la renna timida del branco, salvata da Babbo Natale mentre si nascondeva impaurita dietro un cespuglio
Vixen e Dixen: sono le prime due renne che Santa Claus decise di adottare e di portare con sé nella notte più magica dell’anno. Il loro manto è dorato
Comet: è al renna più veloce. Deve il nome alla striatura che appare in cielo durante il suo passaggio, come la coda di una cometa
Cupid: una renna che emana e porta amore
Donner: renna canterina. Babbo Natale l’ha scoperta nel bosco, mentre cantava felice
Rudolph: non presente nel racconto originale, Rudolph è l’ultimo degli acquisti di Santa Claus. Il suo naso è grande e rosso, si illumina come una lampadina e, anziché vivere in Lapponia con le sue compagne di lavoro, la renna ama trascorrere il resto dell’anno a esplorare il Polo Nord.

In Finlandia esiste un luogo dove la realtà abbraccia la fantasia. Il Santa Claus Village di Rovaniemi, vicino al Circolo Polare Articolo. Qui i più fortunati potranno conoscere Babbo Natale e le sue renne in carne ed ossa!